• en
  • Filippo Nostri

    è un grafico specializzato nella progettazione di libri e materiali cartacei, con particolare esperienza in ambito culturale. La ricerca di coerenza tra forma e contenuto è alla base di ogni suo progetto, sviluppato a partire da una precisa attenzione alle strutture e al dettaglio tipografico fino alla scelta accurata dei materiali di stampa. Collabora con importanti istituzioni culturali e cura le pubblicazioni della galleria P420 e delle edizioni Lugo Land.
    Via Fadina 20, 48018 Faenza (Ra); Tel. 328 3913007; Tweet @filipponostri; mailto: studio@filipponostri.com
    Doppiatori (2014)
    Primi due Quaderni del mio Puccini di Giacomo Agosti. Otto racconti ispirati all’opera del compositore. Brossura cucita, otabind, 40 pagine, italiano, 130 × 220 mm.
    La terra cambia (2013)
    Catalogo stampato in occasione della mostra «La terra cambia» dell’artista Peter Flaccus. Contiene un testo di Tanja Lelgemann, seguito da estratti di un’intervista con l’artista condotta da Daniela Salvioni. Le opere in mostra sono riprodotte a fianco di opere precedenti per evidenziarne analogie o differenze. Sopracoperta con serigrafia, punto metallico, 28 pagine, italiano/inglese, 150 × 220 mm.
    Lumpenfotografie (2013)
    Catalogo stampato in occasione della mostra «Lumpenfotografie. Per una fotografia senza vanagloria», la mostra riunisce autori di generazioni diverse, che indagano i codici linguistici della fotografia e la sua dimensione sociale. Curata da Simone Menegoi gli artisti sono: Hans-Peter Feldmann, Peter Piller, Alessandra Spranzi, Joachim Schmid, Franco Vaccari. Edizioni P420, otabind, copertina morbida con serigrafia su cartone grezzo, 72 pagine, italiano/inglese, 170 × 240 mm.
    Shadow of Freedom (2013)
    Libro d’artista progettato per Blanche Bruce: un racconto fotografico attorno alla figura enigmatica dell’eretico Andrea Relencini con 29 immagini e un testo dell’artista. La copertina e il retro sono composti da un quartino di cartoncino nero applicato al libro, le segnature cucite con filo nero sono incollate con colla a freddo e lasciate libere. Collana Lugo Land di edizioni del bradipo, 48 pagine, inglese, 220 × 320 mm.
    What I don’t have (2013)
    Il progetto del fotografo iraniano Mohammadreza Mirzaei, vincitore della terza borsa di studio Lugo Land, è composto da due progetti: un racconto e una serie di fotografie. Il progetto di pubblicazione mantiene e sottolinea questa differenza di linguaggi proponendo due volumi, due differenti forme-libro che dialogano fra loro. Co-pubblicato da Edizioni del Bradipo e Università della Pennsylvania. Punto metallico, 32 pagine, inglese, 2 volumi (130 × 210 mm, 210 × 148 mm).
    Sentimiento Nuevo, Un’antologia; KART, Settimana del contemporaneo; Dorothy Miller: Americans, 2063; Twins; Cartoline P420; Visioni in Pittura; Senza parole; Pineta San Vitale; Index; KART; La figura dell’Orante; Peter Dreher; Paolo Icaro; Art and Culture in Italy; Alfabeti della mente; Mandragora; Guidarello 1992–2011; Dal Vero; Sentimiento Nuevo; Opera Civica (TN) #1; Kaleidoscope Magazine; S’l’è nöt u s’farà dè; Curva Sopra Lama; Dove viviamo; L’unico / The only one; Farid Rahimi; Sentinel; Lugo Land; David Farrell; Olivo Barbieri; Guy Tillim